Il fumetto “Un Santo tra i poveri”

Santa Messa in occasione della Solennità dell’ Epifania del Signore.
08/01/2021
Quartiere Avignone in Arti e Mestieri
Premio Internazionale “Quartiere Avignone in arti e mestieri” – Prima Edizione
09/02/2021

Il fumetto “Un Santo tra i poveri” – con i testi di Dominga Carrubba e le illustrazioni di Sabrina Busà – nasce in occasione del 170° Anniversario dalla nascita di Sant’Annibale Maria di Francia e del Centenario della Fondazione della Basilica Santuario Sant’Antonio.

Tutt’oggi la Basilica Santuario Sant’Antonio, in quel quartiere alla storia “Avignone”, rappresenta un luogo di conforto per il corpo e per l’anima.

I Padri Rogazionisti dell’Istituto Antoniano e della Basilica di Sant’Antonio tuttora accendono la “Caldaia del Povero” o Mensa S. Antonio.

Proseguono le attività di solidarietà sociale, iniziate a fine 1877 nei vicoli miseri del Quartiere Avignone.

I miseri per indigenza materiale e i poveri d’animo per smarrimento dei valori di fraternità di fine ‘800 come i poveri del Terzo Millennio.

Poveri marginalizzati, anziani in solitudine, minori alla ricerca della propria strada, emigrati ed extracomunitari prima alla tavola di Padre Annibale e oggi destinatari dell’assistenza della Famiglia del “Rogate”.

Un Santo tra i poveri” racconta il passato per capire il presente del percorso di solidarietà sociale e di evangelizzazione attuato dagli operai della Basilica Antoniana di Messina.

Sant’Annibale Maria di Francia fu ispirato dai versetti del Vangelo: 

La messe è molta, ma gli operai sono pochi! Pregate dunque il padrone della messe perchè mandi operai nella sua messe” (Mt 9, 37-38; Lc 10, 2).

Forse che la società contemporanea, fluida nei comportamenti interpersonali e soggiogata dagli individualismi, non abbia bisogno di ritrovare il significato delle virtù individuate da Padre Annibale? 

Umiltà, preghiera, abbiezione, mansuetudine, coraggio e fiducia.

“Un Santo tra i poveri” illustra il viaggio introspettivo di una farfalletta, tra passato e presente.

La stessa farfalletta, simbolo d’innocenza, protagonista della prima poesia di S. Annibale, neppure adolescente.

Comments are closed.

Accedi

Password dimenticata?