La Notte dei Santuari 2024

Celebrazioni per il XX° Anniversario della Canonizzazione di Padre Annibale, 2004 – 16 maggio – 2024
18/05/2024
Festeggiamenti in onore di S. Antonio da Padova
30/05/2024
Celebrazioni per il XX° Anniversario della Canonizzazione di Padre Annibale, 2004 – 16 maggio – 2024
18/05/2024
Festeggiamenti in onore di S. Antonio da Padova
30/05/2024

 

Una grande sinfonia di preghiera si solleverà al cielo il prossimo 1° giugno.

La preghiera è il respiro della fede, è la sua espressione più propria. Come un grido silenzioso che esce dal cuore di chi crede e si affida a Dio. Non è facile trovare parole per esprimere questo mistero”. Nelle parole dal Santo Padre, Papa Francesco, scritte nella prefazione della collana “Appunti sulla preghiera”, edita dal Dicastero per l’Evangelizzazione, troviamo il senso dell’Anno della preghiera che stiamo vivendo, in cammino verso il Giubileo ordinario della Chiesa. La preghiera rimane la chiave per aprire i cuori piegati su sé stessi e spalancare quelli protesi alla forza dispensatrice dello Spirito Santo, al sacrificio di Gesù e all’accoglienza compassionevole di Abbà” Dio Padre. «perchè dove due o tre sono riuniti nel mio nome, lì sono io in mezzo a loro» Mt, 18,20.

Pregare, è ringraziare Dio per i tanti doni del suo amore e lodare la sua opera nella creazione, che impegna tutti al rispetto e all’azione concreta e responsabile per la sua salvaguardia.

Pregare è dare voce ad “un cuore solo e ad un’anima sola” (cfr At 4,32), che si traduce nella solidarietà e nella condivisione del pane quotidiano.

Pregare è permettere ad ogni uomo e donna di questo mondo di rivolgersi all’unico Dio, per esprimergli quanto è riposto nel segreto del cuore.

Pregare è avviarsi sulla via maestra verso la santità, che conduce a vivere la contemplazione anche in mezzo all’azione.

La preghiera è il linguaggio dell’anima in cammino, rivolta a cercare o ritrovare Dio, a conoscere o riconoscere sé stessi come operai nel contribuire a divulgare la Parola di Dio, avente il suono conciliatore della speranza di una pace ritrovata in un periodo storico rumoroso per le bombe, per la miseria di cose e di valori, per il desiderio di apparire come eroi, trascurando che i Santi sono i vicini di casa più umili. L’assonanza di suoni è pari all’assonanza di buoni sentimenti espressi con la preghiera.

Programma

ORE 20,30.-  Raduno presso la Parrocchia San Clemente, avvio della preghiera e pellegrinaggio con il flambeux verso il Santuario di Sant’Antonio.

ORE 21,15.- “La musica eleva sempre l’animo a Dio e la bellezza artistica conquista il cuore. Se poi si tratta di musica sacra, viene naturale trasformarla in preghiera.”

Concerto del duo: Domenica Mastronardo al pianoforte e Claudio Raneri al sassofono.

ORE 22,15.- Adorazione eucaristica animata dal gruppo musicale “Il resto d’Israele” del rinnovamento dello spirito.

Processione del Santissimo Sacramento in Basilica.

ORE 23,30.- Conclusione della preghiera

(Dominga Carrubba)

Comments are closed.