«[…] hai dato potere sulle opere delle tue mani […]» (Salmo, 8)

PROGRAMMAZIONE PASTORALE ANNO 2023/24
29/01/2024
Claudia
12/03/2024
PROGRAMMAZIONE PASTORALE ANNO 2023/24
29/01/2024
Claudia
12/03/2024

È nella Quaresima il rinnovo dell’Esodo di Israele dalla schiavitù d’Egitto verso la Terra di Canaan, che oggi corrisponde ad Israele, Palestina, Libano e Giordania.

Canaan è il figlio di Cam e nipote di Noè, dal quale sarebbe disceso il popolo cananeo.

Sarebbero i Cananei a precedere i primi insediamenti ebraici.

Il Signore disse ad Abramo:

«Vattene dalla tua terra, dalla tua parentela e dalla casa di tuo padre, verso la terra che io ti indicherò […]» (Genesi 12, 1)

L’umanità è tuttora in esodo, perché il giogo della schiavitù opera tramite invidia e ambizione di onnipotenza.

Dio promise ad Abramo tre doni: una discendenza, una terra e benedizioni.

Ma ciascuno di questi tre doni non è per sempre, perchè affidato alla cura dell’alleanza con Dio, della comunione con l’altro seguendo la via della Fede.

«Per fede soggiornò nella terra promessa come in una regione straniera, abitando sotto le tende, come anche Isacco e Giacobbe, coeredi della medesima promessa. 

Egli aspettava infatti la città dalle salde fondamenta, il cui architetto e costruttore è Dio stesso.» (Lettera agli Ebrei 11, 9-10)

Quanto grande è il male che deriva da un potere esercitato dall’umanità con egoismo sulle opere di Dio?

Quale terra promessa possiamo sperare di abitare, se tradiamo la Fede tutte le volte in cui pensiamo che la sofferenza degli altri non riguarda noi?

Persino la Terra piange le lacrime versate da bambini tra le macerie di guerre esplose a causa di popoli schiavi di macro interessi utilitaristici.

Quale Esodo salverà noi tutti?

Comments are closed.