Andiamo incontro alla Santa Pasqua

Festa di San Giuseppe, custode del Redentore
18/03/2024
La Prima Domenica in Albis 2024
13/04/2024
Festa di San Giuseppe, custode del Redentore
18/03/2024
La Prima Domenica in Albis 2024
13/04/2024

Sant’Annibale Maria di Francia, in risposta agli auguri pasquali, nel 1918, ai Rogazionisti scrive:

«Ho molto gradito i vostri cari auguri e ve ne ringrazio di cuore e ve li ricambio al doppio.

Che Gesù Sommo Bene v’infonda il suo santo amore per modo che non pensiate, non desideriate, non sospiriate che Gesù nostro tutto.

Considerate, figliuoli carissimi, la grazia della santa vocazione che vi è stata data e procurate di corrispondervi degnamente.

Amate assai le sante virtù e fate conto anche delle piccole cose.

Vi raccomando di pregare per i vostri confratelli che sono nell’esercito.

Vi benedico con ogni sacro affetto e mi dico: Padre».

«Mi dico Padre» – affermava Sant’Annibale Maria Di Francia quando la Prima Guerra Mondiale divampava.

Ed oggi? Quale Santa Pasqua augurare al mondo intero se non un pensiero che abbia il tono di una preghiera?

Padre non abbandonare le tue creature allo sbando, disorientate sull’orlo del precipizio segnato dall’egoismo, dall’utilitarismo come strumento di valutazione, dalla miopia nel trascurare che il presente è la tappa necessaria per costruire il futuro, anche di coloro che verranno alla vita.

Padre illumina la strada di chi s’illude che la natura sia un contenitore di risorse inesauribili e che non soffra insieme alla famiglia umana a causa del fuoco conflittuale sordo ai pianti e cieco davanti a chi è divorato dalla fame.

con la sua morte Cristo ci libera dal peccato, con la sua risurrezione ci dà accesso ad una nuova vita” (La professione della fede)

Un’altra Santa Pasqua, un’altra Risurrezione, un’altra possibilità per i figli di Dio che ricordano la pienezza della vita nella fraternità.

 

Comments are closed.